Il concetto di relazione

“E’ quindi centrale il concetto di relazione. Bateson, nel commento alla parte seconda di Verso un’ecologia della mente, scrive: “Chi studia la disposizione delle foglie e dei rami nel corso dello sviluppo di una pianta può notare una analogia tra le relazioni formali esistenti fra piccioli, foglie e gemme e le relazioni formali che esistono tra i diversi tipi di parole in una frase. Considererà una foglia non come qualcosa di piatto e di verde ma come qualcosa di legato in una maniera particolare al picciolo donde esce ed al picciolo secondario (o gemma) che si forma nell’ascella tra la foglia ed il fusto. Analogamente il linguista moderno non considera un sostantivo come un “nome di persona, luogo o cosa” ma come un elemento di una classe di parole definite dalla loro relazione nella struttura della frase, con i predicati ed altre parti” (1977). Bateson, quindi, afferma che sia in anatomia che in grammatica le parti devono essere classificate in base alle relazioni che le legano ed in entrambi i casi le relazioni devono essere considerate primarie mentre i termini della relazione secondari.”

Stress e patologia neoplastica. Un’ipotesi psiconeuroendocrinoimmunologica e una riflessione sull’impatto della malattia sul sistema familiare – Margherita Galli